- Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo -
 Piazza Giovanni XXIII , 6 - San Pietro in Casale -(BOLOGNA)
Segreteria parrocchiale: da lunedi a venerdi ore 9,30/12.30 e 16,00/18,30 sabato 9,30/12.30

Tel 051 811183 e-mail: pietro_paolo.parr@virgilio.it - info@parrocchiasanpietroincasale.it 

---------- Vuoi ricevere gli avvisi settimanali via e-mail? Richiedilo scrivendo a info@parrocchiasanpietroincasale.it--------- Vuoi fare pubblicare delle foto su questo sito? Inviale a info@parrocchiasanpietroincasale.it-+-+-+-+-+-+-+-+-+ Digitalizza delle vecchie foto della vita parrocchiale di San Pietro in Casale e mandacele a info@parrocchiasanpietroincasale.it--------------------


E' sempre l'ora giusta
per pregare

Home

 

Cenacchio 2010:
Professione di fede - Meditazione e Preparazione

Matteo 13,1-9
[1] Quel giorno Gesù uscì di casa e si sedette in riva al mare.
[2] Si cominciò a raccogliere attorno a lui tanta folla che dovette salire su una barca e là porsi a sedere, mentre tutta la folla rimaneva sulla spiaggia.
[3] Egli parlò loro di molte cose in parabole. E disse: "Ecco, il seminatore uscì a seminare.
[4] E mentre seminava una parte del seme cadde sulla strada e vennero gli uccelli e la divorarono.
[5] Un'altra parte cadde in luogo sassoso, dove non c'era molta terra; subito germogliò, perché il terreno non era profondo.
[6] Ma, spuntato il sole, restò bruciata e non avendo radici si seccò.
[7] Un'altra parte cadde sulle spine e le spine crebbero e la soffocarono.
[8] Un'altra parte cadde sulla terra buona e diede frutto, dove il cento, dove il sessanta, dove il trenta.
[9] Chi ha orecchi intenda".

La tua professione di fede, su quale terreno cadrà...........

Luca 18,18-23
[18]Un notabile lo interrogò: "Maestro buono, che devo fare per ottenere la vita eterna?".
[19] Gesù gli rispose: "Perché mi dici buono? Nessuno è buono, se non uno solo, Dio.
[20] Tu conosci i comandamenti: Non commettere adulterio, non uccidere, non rubare, non testimoniare il falso, onora tuo padre e tua madre".
[21] Costui disse: "Tutto questo l'ho osservato fin dalla mia giovinezza".
[22] Udito ciò, Gesù gli disse: "Una cosa ancora ti manca: vendi tutto quello che hai, distribuiscilo ai poveri e avrai un tesoro nei cieli; poi vieni e seguimi".
[23] Ma quegli, udite queste parole, divenne assai triste, perché era molto ricco.

E tu, sei disposto a lasciare qualunque cosa per mantenere la tua promessa??

Atti 8,27-40

[27]Egli si alzò e si mise in cammino, quand'ecco un Etiope, un eunuco, funzionario di Candàce, regina di Etiopia, sovrintendente a tutti i suoi tesori, venuto per il culto a Gerusalemme,
[28] se ne ritornava, seduto sul suo carro da viaggio, leggendo il profeta Isaia.
[29] Disse allora lo Spirito a Filippo: "Và avanti, e raggiungi quel carro".
[30] Filippo corse innanzi e, udito che leggeva il profeta Isaia, gli disse: "Capisci quello che stai leggendo?".
[31] Quegli rispose: "E come lo potrei, se nessuno mi istruisce?". E invitò Filippo a salire e a sedere accanto a lui.
[32] Il passo della Scrittura che stava leggendo era questo:
Come una pecora fu condotto al macello
e come un agnello senza voce innanzi a chi lo tosa,
così egli non apre la sua bocca.
[33] Nella sua umiliazione il giudizio gli è stato negato,
ma la sua posterità chi potrà mai descriverla?
Poiché è stata recisa dalla terra la sua vita.

[34] E rivoltosi a Filippo l'eunuco disse: "Ti prego, di quale persona il profeta dice questo? Di se stesso o di qualcun altro?".
[35] Filippo, prendendo a parlare e partendo da quel passo della Scrittura, gli annunziò la buona novella di Gesù.
[36] Proseguendo lungo la strada, giunsero a un luogo dove c'era acqua e l'eunuco disse: "Ecco qui c'è acqua; che cosa mi impedisce di essere battezzato?".
[37] .[38] Fece fermare il carro e discesero tutti e due nell'acqua, Filippo e l'eunuco, ed egli lo battezzò.
[39] Quando furono usciti dall'acqua, lo Spirito del Signore rapì Filippo e l'eunuco non lo vide più e proseguì pieno di gioia il suo cammino.
[40] Quanto a Filippo, si trovò ad Azoto e, proseguendo, predicava il vangelo a tutte le città, finché giunse a Cesarèa.
Rimarrà per sempre in me la gioia e la semplicità nell'accettare il Vangelo?


 

 
 

Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo - San Pietro in Casale - Bologna