FARMACO D’IMMORTALITÀ, L’EUCARISTIA,

 

Composizione – JHS – non è una formula chimica, ma sigla che marca il Pane Eucaristico, Pane di frumento, consacrato nella Messa, dallo Spirito Santo di Dio, nelle mani del sacerdote e divenuto Corpo vivo di Cristo Gesù; destinato ad essere mangiato dai battezzati convocato in Assemblea alla Celebrazione e conservato per gli invitati assenti.

JHS tre lettere dell’alfabeto latino, iniziali di tre parole:

Jesus        = Gesù;

Hominum = degli uomini;

Salvator     = Salvatore.

Gesù Salvatore degli uomini.

 

Come si presenta -  Allo sguardo appare un dischetto bianco di pane e nel calice un po’ di vino. In effetti è il corpo e il sangue del Signore Gesù, vivo e presente per noi. Apparenza umile, silenziosa. Solo chi possiede la parola del Signore può capire il silenzio dell’Eucaristia.

 

Indicazioni: Anemia spirituale, perdita del gusto delle cose di Dio, disorientamento nella guida della propria vita e della propria famiglia, indifferenza, idolatria. Facilità di giudizio di condanna su tutto e su tutti, irascibilità, indebolimento della decisionalità a partire dal Vangelo. Disidratazione, sterilità di opere, causate dal poco bere linfa della Vite di cui si è tralci. Farmaco indicato non appena le conoscenze e le informazioni del proprio credo appaiono dei fantasmi, come numerose piante di un bosco nel quale si esita ad addentrarsi; difficoltà di dialogo, senso di emarginazione, di orfanezza, percezione di isolamento. Nausea per il sacro.

 

Controindicazioni  - Nessuna per nessuno al mondo, nonostante una Bimillennaria sperimentazione del suo Principio Attivo; l’JHS è risultato l’unico farmaco omopato-compatibile

 

Posologia:  Bambini: ½ ora / 45 minuti alla settimana sotto vigile osservazione e gustosa scorta dei genitori a Messa.

Adulti: la cura va da 1 ora alla settimana (Messa-Domenicale), a un’aggiunta di ½ ora al giorno. Il dosaggio si intensifica con 1 ora al giorno, quando l’attrazione di Gesù interessa le pulsazioni del cuore, si rende sintomatico l’invaghimento per Dio e si sta bene con lui. La frequenza battiti in consonanza a quelli del cuore di Cristo, i pensieri a quelli di lui, e così i sogni e progetti, sono test di dosaggio equo. N.B. Il farmaco agisce solamente se si combina alla volontà di volere guarire.

 

 

Effetti indesiderati – Reazioni negative possono apparire non in chi assume il farmaco ma in parenti e amici che possono definire l’assenza (del paziente, di mezz’ora o di un’ora) un danno per la famiglia. Derisioni e insulti, attribuzione di bigottismo e di debolezza. Altri effetti collaterali indesiderati dall’JHS: Assuefazione, indifferenza o nei casi più gravi, acquisizione del magico.

 

 

Precauzioni – Non agitarsi prima dell’uso, prima di decidersi a fare questo passo. La notizia che l’assunzione del farmaco fa cambiar vita e può attivare la guarigione della memoria, della volontà, della capacità di giudicare e di progettare, di fraternizzare,… farla circolare nell’ambiente con cautela, ma senza prorogarla. La fede si rafforza donandola. Nel caso di un convincimento debole, frequentare opportune catechesi parrocchiali o gruppi e movimenti ecclesiali. Esporsi al rischio di far parte della comunità di fede a tutti gli effetti. Le forze del male non prevarranno.

 

Scadenza – Mt 28,20 - Il prodotto, in sé corruttibile, veicola e deposita germi positivi di incorruttibilità e di risurrezione. Viene confezionato ogni giorno e adempie la promessa di Gesù: “Sarò con voi sempre, fino alla fine del mondo”.


 

 
Sito creato dalla Pia Opera Falsari Web Designer
e-mail: piaoperafalsari@gmail.com -
  Site Map